Intellettuali anti o nazisti dell’Illinois?

Avrei da fare di meglio e di più che leggere la spazzatura di Emanuele Castrucci su twitter. NOn l’avrei nemmeno notata e la mia mattinata sarebbe stata più produttiva oltre che serena. Tuttavia è giusto rispondere alle decine di messaggi che mi stanno arrivando stamani. E’ un ordinario di filosofia del Diritto di USIena. Non lo vedo molto in Università e non lo conoscevo per queste tesi da Nazista dell’Illinois. Vedo che il Rettore ha preso le distanze. Lo faccio anch’io con forza e spero che il suo Dipartimento gli chieda conto di questa schifezza. Dalla lettura rapida dei suoi ultimi post mi pare il tentativo di creare un caso, di porsi come un novello Diego Fusaro o giù di li accreditandosi come intellettuale anti. La destra (e non solo) è purtroppo piena di personaggi di questo tipo: qualcuno ci crede davvero e pensa di essere il nuovo maestro del pensiero sovranista. Qualcun altro immagino lo faccia solo per le due lire (a loro piacciono quelle) che tornano ogni volta che alzano un polverone mescolando un paio di banalità su Europa e Nazionalismo con qualche luogo comune sull’egemonia culturale. E una spolveratina di apologia del fascismo che non ci sta mai male.
Castrucci pare essere andato oltre tuttavia. Posta la foto di Hitler con una tale stupidaggine di didascalia che a me pare chiaramente apologetica. Posta il solito dubbio antisemita su Sion. Posta altre provocazioni gratuite, proprio al fine di porsi come riferimento sicuro per tutti gli analfabeti funzionali alle “nuove” teorie sovraniste.
Personalmente difendo sempre la libertà di espressione e anche quella di provocare un dibattito lavorando per paradossi. Mi chiedo però se questa gente si rende conto della delicatezza degli argomenti che tocca. Delle ricadute su USIena e sulle centinaia di persone che lavorano tutti i giorni in ateneo non ne parliamo. Ovviamente di questo, dell’ateneo pubblico che gli consente di vivere dignitosamente a Castrucci non gli frega nulla. D’altra parte quando hai fatto sei ore di lezione alla settimana ti senti libero di fare l’intellettuale anti contro il sistema giudaico-massonico-comunista no? Poi mette anche la battuta di Groucho “non sapevo che sapeste leggere”. Un vero burlone.
Se ci sono estremi per fargli pagare quello che deve lo diranno gli uffici legali. Io sono non violento per cui mi taccio qui.E canto una canzone di Guccini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *